Via vai

La vita è un gran via vai di pensieri, di persone, di albe e di tramonti.
Tutto arriva, sta un po’ e poi in linea di massima se ne va. Resta un’ombra, una luce, un qualcosa ma alla fine cos’è che rimane per sempre? Noi. Io resto con me a prescindere, con l’alba e col tramonto.
Le persone che arrivano e rimangono senza indugi sono creature rare, in via d’estinzione.
Quelle che restano nonostante le tue lune storte, i vulcani emotivi, le nuvole cariche di pioggia e i sorrisi pieni di fiori, ecco, queste persone devono esser poche, credetemi. Poche e preziose come un diamante grezzo. In questo caso non è la massa che vince, bensì il piccolo e coeso.
Guardo il mio via vai, chi è passato e corso via e chi invece è sempre con me, nel mio zaino di vita. Poi rigiro la situazione da brava empatica e penso che senza dubbio anch’io sono stata e sono il via vai di qualcuno. Sembra tutto ritmato come una grande onda che arriva e poi se ne va, lascia il segno sulla sabbia e così via.
L’importante in questo andirivieni continuo è lasciare un qualcosa di bello. E ci tengo a specificare il “di bello” perché a lasciare il segno con qualcosa di brutto, in realtà, siamo bravi tutti. Le critiche oggi sono a portata di chiunque, il dito viene puntato alla velocità della luce e la lingua sinuosa del serpente è sempre pronta a colpire velenosa come non mai.
Prendere un qualcosa di bello e lasciarlo a mo’ d’impronta nella vita di una persona è un’arte che tutti dovremmo coltivare e praticare giorno dopo giorno.
Non vi illudete, non è facile.
Sono cose che s’imparano piano piano, scalando montagne emotivamente rocciose e anche un po’ scivolose ma s’impara, ve lo giuro.
Non lo dico per dire, perché se una come me, ombrosa, schiva e guardinga come un orso bruno sta facendo passi da gigante su questo fronte, può riuscirci chiunque.
Non si cambia l’anima eh, badate bene, ma si può imparare che regalare un sorriso è meglio che una smusata.
Che poi, in questo via vai, tutti abbiamo un bisogno viscerale di quei punti fissi che stanno lì aggrappati con noi nonostante le maree. Se non li avete, cercateli. Se li avete, teneteveli strettissimi.
Mi farò un caffè, lui sì che è un pilastro fisso!
Buona giornata e buon via vai.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...